Cuartet Ensemble in concerto per “Viva la Musica”

La rassegna Viva la Musica, promossa dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Ass.ne Quattrocentoquaranta, torna in città, con un concerto da non perdere.
Venerdì 1° marzo (ore 21) è in cartellone lo spettacolo “Una serata a Buenos Aires”.
A esibirsi sul palcoscenico di Cascina Dugnana l’Ensemble Cuartet, composto dai musicisti Roberto Porroni (chitarra), Adalberto Ferrari (clarinetto e C-melody), Marija Drincic (violoncello) e Marco Ricci (contrabbasso).
Una proposta musicale quella del Cuartet che sta incontrando significativi consensi con i pubblici più diversi, sia in Italia che in diversi paesi europei.
I brani inseriti nella scaletta della serata propongono al pubblico un’interpretazione affascinante della musica argentina del ‘900, eseguendo brani di Piazzolla. In particolare , Cuartet propone “The Rough Dancer and the Cyclical Night”, che costituisce un capolavoro “nascosto” del grande compositore e musicista argentino, finora mai eseguito in Italia.
Barbara Bonelli, Direttore del Civico Istituto musicale e Direttore artistico della Rassegna è sempre felice di poter ospitare in cartellone Artisti di pregio, alcuni dei quali – anche in questa occasione – sono docenti del CIM. Dandoci appuntamento alla sera del 1 marzo,  commenta con una semplice frase: “Venite, sedetevi e chiudete gli occhi: la timbrica dei 4 strumenti sulla scrittura di Piazzolla vi farà semplicemente sognare”.
La serata è ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria(02/9266560 – cim@comune.pioltello.mi.it)

Ottima musica a Pioltello!

Ultimo concerto della Rassegna Musicale 2017/18 dell’Associazione Quattrocentoquaranta.

Il Barocco tra luoghi e suoni d’epoca.

Ensemble “IL DEMETRIO”

Chiesa di Sant’Andrea
Via Milano, 76 – Pioltello (MI)

Ingresso Libero

 

“E’ un vero e proprio viaggio negli splendori del barocco quello proposto dal concerto che chiude questa rassegna concertistica. Autori noti come Vivaldi, Telemann e Handel, altri meno come Fasch e C.P.E. Bach, saranno al centro di una serata volta a svelare le relazioni fra suoni ed emozioni. Protagonisti alcuni degli strumenti più in voga all’epoca come il violino, il flauto traversiere a una chiave, il violoncello e il clavicembalo. Ma non solo. Ci sarà infatti anche la preziosa e quanto mai rara occasione per ascoltare dal vivo la Viola d’amore, strumento particolarissimo e solo in questi anni recenti riscoperto e valorizzato. La serata sarà introdotta dagli artisti del Demetrio ensemble, che coinvolgeranno il pubblico alla scoperta degli autori eseguiti e degli strumenti utilizzati.”